Historicus - Museo comunale del Secondo risorgimento

Campania | Mignano Montelungo (CE)

campagna d'Italia

Il Luogo e le Vicende

Mignano Montelungo è un piccolo comune decorato con medaglia d’oro al valor militare e con medaglia d’oro al merito civile, che durante la seconda guerra mondiale fu attraversato dellacampagna d'Italia delle forze angloamericane e alleate. Queste zone videro il battesimo del fuoco di reparti regolari cobelligeranti delle forze armate costituiti nel Regno del Sud il 27 settembre1943 (Primo Raggruppamento Motorizzato del Regio Esercito). Ai due scontri di Mignano Montelungo sono dedicati il Museo comunale Secondo Risorgimento e il Sacrario Museo militare.

Qui viene ricordato soprattutto il fatto d’armi noto come battaglia del Monte La Defensa o Monte Camino, il primo importante combattimento, in Italia, per laFirst Special Service Force, un'unità speciale di combattimento composta da militaristatunitensiecanadesi inquadrata nella 36aDivisione di Fanteria degli USA.

Tra il 3 e il 9 dicembre 1943 circa 600 uomini attaccarono di notte i tedeschi della 15^ Panzer Grenadier Division dal lato più impervio della montagna e sorprendendoli così alle spalle. Ci vollero sette giorni di combattimento con l’impiego della 36Divisione di Fanteria statunitense, della 56e della 46Divisione di Fanteria britanniche ed elevate perdite per sgomberare definitivamente le postazioni tedesche, aprendo la strada verso Cassino.

L'unità speciale si distinse anche in altre battaglie (soprattutto sul fronte di Anzio dove si meritò l'appellativo di Devil's Brigade, la Brigata del diavolo) ed entrando per prima a Roma il 4 giugno 1944, ma nei mesi di combattimento sul fronte italiano subì perdite pari a circa il 77% del suo organico.

Alla vicenda è dedicato il film La brigata del diavolo del 1968 diAndrew V. McLaglen, basato sull’omonimo racconto di Robert H. Adleman e George Walton.

La Memoria

Il Museo si trova nella Frazione Caspoli, posta sulle falde del Monte Camino, all’interno di un’abitazione privata. Allestito per iniziativa di Angelo Andreoli (proprietario) e Maria Cristina Verdone, raccoglie testimonianze e reperti bellici delle battaglie di Montelungo, Monte La Defensa e Monte Camino del dicembre 1943.  

L’allestimento si estende per 150 mq e in tre ambienti. Esso propone sostanzialmente una notevole collezione privata di centinaia di armi e cimeli militari e di vita quotidiana, raccolti nel territorio in anni di ricerche. Con l'aiuto talora di manichini rivestiti e documentati con la presenza numerosa di fotografie storiche della guerra, esso ricostruisce minuziosamente, anche con i più piccoli dettagli, aspetti della vita dei soldati, non solo dei combattimenti, ma anche della vita quotidiana: divise, cassette militari, altri vestimenti, vettovaglie e oggetti di cura personale, borracce, gavette, barattoli di cibi conservati, medicinali, sigarette, ecc… Non mancano, naturalmente, armi e munizioni di ogni tipo quali proiettili, bombe a mano, pistole, fucili, mitragliatrici, mortai, apparati di trasmissione e illuminazione.

Da segnalare la Sala della Memoria, dedicata alla ricostruzione delle battaglie per la conquista di Montelungo, Monte Camino, Monte La Defensa e San Pietro Infine.

Nonostante l’abbondanza di cimeli e materiali, la ricostruzione del contesto – che dia significato storico più preciso all’allestimento – non appare del tutto adeguata. Anche l’attenzione prevalente agli aspetti militari della guerra potrebbe essere superata prestando attenzione anche alle condizioni di vita degli abitanti. Allo stesso modo, anche nelle attività connesse, sarebbe auspicabile che alle ricostruzioni e rievocazioni celebrative di natura militare si accompagnassero – con eventuale sostegno di istituzioni locali o fondazioni bancarie – regolari attività formative e di promozione culturale, particolarmente in direzione di scuole di vario grado, in collaborazione con università e istituzioni scientifiche.


I Servizi

Visite guidate
Sussidi illustrativi (film e documentari)
Accesso e servizi per disabili

Recapiti

  Frazione Caspoli - Mignano Montelungo (CE)
0823 904852

Proprietà e gestione

Privata - Gestione: Associazione Historicus

Bibliografia orientativa

  Robert H. Adleman, George Walton, La Brigata del diavolo, G. Casini, Roma 1967
  Robert Burhans, The First Special Service Force. A war history of the North Americans, 1942-1944, Lee printing Co., Dalton, GA 1975
  Bret Werner, La First Special Service Force, 1942-1944, RBA Italia, Milano 2012
  Kenneth H. Joyce, Snow Plough and Jupiter Deception. The Story of the 1st Special Service Force and 1st Canadian Special Service Battalion 1942-1945, Vanwell Publishing Limited, 2006