Museo Storico “Emilio e Joyce Lussu”

Sardegna | Armugia (CA)

campagna d'Italia

Il Luogo e le Vicende

Il museo storico “Emilio e Joyce Lussu” è situato nei locali della Casa del Segretario, edificio gentilizio risalente alla fine del XIX e ai primi del XX secolo già di proprietà della famiglia Dessì. Armungia è un piccolo centro della Sardegna meridionale dove Lussu nacque e trascorse l’infanzia.

Emilio Lussu, nato ad Armungia il 4 dicembre 1890, scrittore, militare e politico italiano antifascista, è una delle figure più significative della storia intellettuale italiana. Combattente nella prima guerra mondiale, dedicò a questa drammatica esperienza la sua opera più famosa, il capolavoro Un anno sull’Altipiano. Nel primo dopoguerra fu tra i fondatori del Partito Sardo d'Azione e successivamente, membro del Parlamento, partecipò alla secessione dell’Aventino. Antifascista fin dalle origini, venne perseguitato dal regime, incarcerato, confinato e costretto all’esilio, durante il quale diede vita, con altri fuoriusciti, al movimento Giustizia e Libertà. Fu dirigente politico durante la guerra di Spagna e poi nella Resistenza italiana. Successivamente, fu ministro dell’Assistenza Postbellica, membro dell’Assemblea Costituente e senatore. È morto a Roma il 5 marzo 1975.

Joyce Lussu, pseudonimo di Gioconda Beatrice Salvadori Paleotti, nata a Firenze l’8 maggio 1912, sposa Emilio Lussu in seconde nozze. Di famiglia antifascista – il fratello era Max Salvadori, storico e fiero oppositore del regime, ufficiale dell’esercito inglese per il collegamento con la Resistenza italiana – Joyce fu scrittrice, traduttrice, poetessa. Strenua oppositrice delle politiche coloniali, prese parte alla Resistenza come capitano delle brigate Giustizia e Libertà, impegno per il quale sarebbe stata insignita di medaglia d'argento al valor militare. È morta a Roma il 4 novembre 1998. È autrice e traduttrice di testi poetici.

La Memoria

Il museo è un luogo di esposizione, illustrazione, approfondimento, ma anche un luogo di memoria, nel segno di due intellettuali che, con i loro percorsi biografici e politici, restano un punto di riferimento culturale ed etico imprescindibile della cultura italiana ed europea.

Le biografie dei coniugi Lussu vengono ricostruite approfondendone, attraverso documenti (alcuni dei quali originali), fotografie e altri materiali illustrativi (filmati, interviste etc.), l’esperienza civile e politica, ma anche le opere letterarie. La documentazione relativa a Emilio Lussu proviene dall’omonimo fondo dell'ISSRA-Istituto Sardo per la Storia della Resistenza e dell'Autonomia, e dal 2014 costituisce l’archivio storico multimediale del museo. Le carte d’archivio – appunti, fotografie, lettere etc. – sono consultabili attraverso un tavolo multitouch interattivo.

A Joyce Lussu è invece dedicata una mostra inaugurata nel 2012, dal titolo Joyce Lussu: il cammino di una donna nella storia del '900.

Nel museo sono ospitate anche le mostre 1971: Emilio, la sua casa, la sua famiglia, la sua Armungia del fotografo Franco Caruso, e Storia di un popolo in divisa: la Brigata Sassari nella Grande Guerra, realizzata con la collaborazione dell’Archivio Storico Dal Molin di Bassano del Grappa.

Sono previste anche attività didattiche specifiche, con percorsi di approfondimento incentrati sulle biografie di Emilio Lussu e Joyce Lussu e sui grandi avvenimenti del Novecento, svolti utilizzando principalmente i materiali multimediali di cui dispone il Museo.


I Servizi

  Attività didattiche
  Visite guidate

Proprietà e gestione

Comune di Armugia

Bibliografia orientativa

  Emilio Lussu e la cultura popolare della Sardegna, Nuoro, ISRE e RAS, 1983
  G. Fiori, Il cavaliere dei Rossomori. Vita di Emilio Lussu, 1a ed. Torino, Einaudi, 1985
  Emilio Lussu, Tutte le opere, Cagliari, Aisara, 2008-2014 (3 volumi a cura di G.G. Ortu, M. Brigaglia, M.L. Plaisant)
  Joyce Lussu, Con Emilio Lussu. Per la Sardegna nella storia di tutti, a cura di Giuseppe Caboni, CUEC, Cagliari 2013